Igiene orale: impariamo le buone abitudini sin da piccoli

Pubblicato il 16/12/2016

L’importanza delle buone abitudini

L’igiene orale quotidiana è fondamentale per aver cura dei propri denti, in quanto aiuta a prevenire la formazione della placca batterica, del tartaro, di carie, alitosi e di tutti gli altri problemi che possono compromettere il benessere dei nostri denti.

Le buone abitudini da introdurre nella nostra routine, in tema di igiene orale, sono essenziali perché garantiscono la costanza di effettuare gesti importanti e necessari per la nostra salute dentale. Per questo è significativo impararle sin da piccoli.

Ecco 8 buone abitudini per la nostra igiene orale

1) Lavarsi i denti quotidianamente

Subito dopo i tre pasti principali, massaggiando per circa due minuti; questa è già una buona base di partenza per la nostra igiene orale.

I bambini vanno seguiti nei primi approcci di pulizia individuale e devono capire l’importanza di questo gesto.

2) La scelta dello spazzolino

E’ consigliabile sceglierne uno elettrico perché agevola la pulizia dei denti rispetto a quello manuale. Oggi in commercio ce ne sono molti tipi, anche a prezzi piuttosto convenienti. Lo spazzolino elettrico ha la testina rimovibile, che va scelta preferibilmente con setole medio/morbide. Se si opta per lo spazzolino manuale è preferibile sceglierlo con la testina piccola, le setole medio/morbide e il manico ergonomico. Bisogna inoltre fare attenzione a muoverlo con movimenti agili per raggiungere i punti più difficili dove si annidano i batteri.

3) Lo spazzolino va sostituito frequentemente

Appena le setole cambiano forma, al massimo ogni tre mesi, sostituire la testina di quello elettrico o quello manuale per intero. Le setole deformate possono danneggiare lo smalto dei denti e le gengive.

buone abitudini salute dentale

4) Non dimenticare mai di lavare i denti dopo il pasto serale

Andare a letto con i denti non lavati è causa frequente di patologie dentali dato che la notte il livello di protezione salivare si abbassa e facilita lo sviluppo di batteri.

5) Uso del filo interdentale

Altra abitudine fondamentale. E’ meglio sceglierlo cerato e piatto poiché, scivolando facilmente tra i denti, permette di raggiungere tutti i punti dove non arriva lo spazzolino, rimuovendo ogni più piccolo residuo di cibo.

6) La scelta del dentifricio

In commercio ce ne sono di tanti tipo per soddisfare le più svariate esigenze. E’ preferibile sceglierlo in pasta e se al fluoro è molto utile per la rimineralizzazione dello smalto dei denti rendendoli più forti.

7) Utilizzo del colluttorio

I colluttori sono formulati per diversi utilizzi. Quelli al fluoro aiutano a proteggere i denti, in particolare dei bambini, e abbassano la sensibilità dello smalto. Ce ne sono di disinfettanti alla clorexidina, rimineralizzanti all'idrossiapatite, difensivi delle mucose all'acido ialuronico, ma tutti garantiscono un alito più fresco e completano l’igiene orale.

8) L’importanza di andare regolarmente dal dentista

Abitudine molto importante sia da adulti che da bambini. Monitorare la situazione di bocca e denti, grazie a visite frequenti dal dentista, è l’unico modo per effettuare una vera prevenzione.

A volte le patologie legate ai denti non sono visibili e non si manifestano subito con sintomi allarmanti come il dolore o il sanguinamento, per questo solo lo specialista può essere in grado di individuarle e prevenirle.

Un cavo orale sano garantisce una corretta masticazione, una buona digestione e la salute di tante altre parti del nostro corpo.

Categorie blog